Close
banner

 

 

 

Le origini del marchio Omega si devono a Louis Brandt che, nel 1848, a soli 23 anni, apre a Chaux-de-Fonds, in Svizzera, un comptoir d'établissement dove rifiniva parti di orologi per conto terzi. Alla sua morte i figli Louis Paul e Cesar decidono di rilevare una fabbrica per avviare una produzione propria nella cittadina di Bienne dove l'offerta di manodopera, di energia e di comunicazioni era maggiore che in altre parti della Svizzera. Nasceranno così i loro primi calibri tra cui, nel 1894, il famoso calibro Omega, il primo ad essere prodotto in serie.
Il successo di tale movimento meccanico risiedeva nella sua semplicità di costruzione e nella facile sostituzione dei pezzi che lo componevano. Grazie ad esso, già a fine '800 la "Louis Brandt & Figli" diventa il più grande produttore di orologi in Svizzera con 800 dipendenti e con una produzione di 240 mila orologi annui.
Per rendere omaggio al movimento che ne ha determinato il successo, dal 1903 l'intera manifattura adotterà come nome il marchio "OMEGA" diventato sinonimo di perfezione e successo nella realizzazione di un compito.

Sebbene nel 1917, la British Royal Flying Corps, e successivamente anche l'esercito americano, abbiano scelto gli orologi Omega come cronometri ufficiali per le proprie unità di combattimento, l'apprezzamento maggiore Omega lo riceve dal mondo dello sport. Nel 1932 le verrà infatti affidato il titolo di cronometrista ufficiale dei Giochi Olimpici (valido tutt'ora) e nel 1952 verrà insignita della Croce al Merito Olimpico per i "servizi eccezionali al mondo dello sport".

La sua storia di successi prosegue nel 1957 con la creazione dell'Omega Speedmaster.
La NASA, dopo rigorose valutazioni e test, decide di adottare l'orologio "Omega Speedmaster Professional Chronograph" come suo ufficiale segnatempo.
Il 21 luglio del 1969, tale orologio si troverà infatti al polso del primo uomo a mettere piede sulla luna prendendo così l'appellativo di "Moonwatch" mentre l'anno successivo avrà addirittura un ruolo decisivo nella missione dell'Apollo 13 tanto da meritarsi il "Silver Snoopy Award", il più alto riconoscimento concesso dalla NASA.

Non solo militari, sportivi e astronauti hanno apprezzato la meccanica e il design degli orologi Omega, anche il mondo della subacquea è stato conquistato dalle ottime performance del Marine Chronometer 2400, considerato nel 1974 l'orologio da polso più preciso e tecnologicamente più avanzato al mondo in quanto, nella durata di 63 giorni, la variazione tempistica giornaliera era di appena due millesimi di secondo.

Nella sua costante ricerca di prestazioni unite all'eleganza, Omega si è affidato ai migliori designer di gioielli creando veri e propri capolavori di eccezionale raffinatezza che anche il mondo del cinema ha voluto celebrare: dal 1995 un Omega è infatti al polso di 007, l'agente segreto più amato al mondo. Constellation, Speedmaster, Seamaster, Ladymatic sono solo alcune delle linee che il marchio ha sviluppato e fornito di dotazioni di tutto rispetto.

A più di 120 anni dalla sua nascita Omega ha infatti raggiunto un altro traguardo che rivoluziona l'industria orologiera grazie all'introduzione, sulla quasi totalità dei suoi orologi prodotti in serie, dello "scappamento CO-AXIAL" inventato dall'orologiaio inglese George Daniels. Le funzioni di scappamento coassiale, praticamente senza lubrificazione, eliminano alcune delle carenze del tradizionale scappamento, prima fra tutte l'influenza che i campi magnetici possono avere su un orologio fino a comprometterne le prestazioni o addirittura fermarlo. Il processo di fabbricazione e assemblaggio dei doppi bariletti, dello scappamento co-axial e del bilanciere a spirale libera combinato con una spirale in silicio si14, ha permesso di realizzare orologi dalle eccellenti prestazioni cronometriche che durano nel tempo.

Nasce così, nel 2013, il "Globemaster", primo segnatempo MASTER CHRONOMETER al mondo. Per ottenere il titolo, tale orologio con movimento cronometro COSC, ha dovuto superare tutti i test approvati dal METAS (Istituto Federale Svizzero di Metrologia) dove vengono ricreate le normali condizioni d'uso e viene verificata l'impermeabilità, la precisione e la resistenza ai campi magnetici di 15.000 gauss.

Oggi la tecnologia Omega Master Co-Axial viene proposta su diversi modelli ed il progetto è di estenderla all'intera collezione.

La Manifattura Svizzera Omega, fondata sui valori di qualità, innovazione e resistenza, ha così brillantemente raggiunto l'obiettivo che si era ambiziosamente prefissata: realizzare i migliori movimenti meccanici di produzione in serie al mondo.

 

Orologi Omega

Dalla storia Omega, tutti i modelli della collezione attuale.

Continua la lettura

OMEGA

Ordina per
Visualizza per pagina
Filtra per attributo

Filter by:

Clear All
top