Close

L’orologio, questo sconosciuto (ultima parte)

mercoledì 26 aprile 2017

 

L’orologio, questo sconosciuto (ultima parte)

 

orologio questo sconosciuto ultimaGli 'inconvenienti' degli orologi meccanici a carica automatica o manuale non si verificano invece con i segnatempo al quarzo. L'orologio a pila è semplice, tiene perfettamente il tempo e non smette di funzionare anche se giace in un cassetto. E' l'orologio più robusto, pratico e preciso di tutti: per questo è il preferito dalle donne (che poi però non si capisce perché siano sempre in ritardo, ma questa è un'altra storia e non basta un manuale e nemmeno una vita intera per capire come funziona l'altra metà del cielo).
 
In effetti, nell'alta orologeria contemporanea la maggioranza della produzione di orologi da donna utilizza movimenti al quarzo: in questo campo viene data più importanza al design, ai materiali ed alle pietre preziose rispetto alla complessità meccanica, anche se da diversi anni molte Maison guardano con sempre maggior interesse al pubblico femminile, proponendo orologi meccanici. Ricordiamo ad esempio che i Rolex sono automatici, che Jaeger Le Coultre ha in catalogo diversi segnatempo 'lady' con movimenti manuali e automatici, e che Patek Philippe sta sviluppando complicazioni di alto profilo tecnico dedicati alle signore.
 
Il movimento al quarzo è composto fondamentalmente da una pila che fornisce energia, da un circuito che la distribuisce e da un ruotismo che la trasmette. Noi consigliamo di sostituire la pila circa una volta all'anno, magari quando è ancora carica, per evitare che la pila, esaurita, ossidi nel movimento e lo rovini, costringendo a interventi molto più onerosi e lunghi di un normale cambio di batterie. Fra l'altro, durante il cambio pila i nostri tecnici controllano anche l'impermeabilità dell'orologio in questione, ovvero la tenuta delle guarnizioni che col tempo si usurano.
 
Tornando all'orologio al quarzo: più robusto, più pratico, più preciso e più economico: perchè allora non è l'Orologio 'per eccellenza'? Perchè gli orologi di qualità sono anche emozioni. E il circuito al quarzo non ne fornisce quanto un movimento meccanico, così come, in campo automobilistico, una macchina elettrica non potrà mai regalare le sensazioni trasmesse da un rombante motore a scoppio. 
 
Dentro il quarzo batte un cuore elettronico, che che ha una sua storia, diversa da quella prestigiosa ed affascinante della meccanica orologiera, lunga secoli, che tanto intriga gli appassionati. In fin dei conti: cosa importa sapere l'ora esatta? Esiste il televideo, per quello...
 
A noi, in ogni modo, gli orologi piacciono tutti, a prescindere dalla Casa, dal Movimento e dalla Storia. Per noi sono il nostro lavoro e la nostra passione. Speriamo di avervene trasmessa almeno una parte.

 

top